Attività

1 Analisi del settore e identificazione dei maggiori rischi di corruzione, approfondendo tre diversi aspetti: il fenomeno della corruzione negli appalti, l’efficienza economica delle aziende sanitarie ed ospedaliere, la percezione degli operatori del settore;

2 Formazione per il personale delle aziende sanitarie ed ospedaliere;

3 Elaborazione e adozione da parte delle istituzioni competenti di raccomandazioni per migliorare i livelli di trasparenza, integrità, responsabilità ed etica nel settore sanitario;

4 Sviluppo e adozione da parte delle aziende ospedaliere di linee guida per l’elaborazione dei piani anticorruzione;

5 Promozione di una campagna di sensibilizzazione sia per il personale sanitario che per i cittadini;

6 Esperimenti in 5 ASL o AO pilota, dove gli strumenti anticorruzione verranno testati e monitorati per 2 anni in collaborazione con il Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e lo staff delle organizzazioni.

Post recenti | LEGGI TUTTI

5 giugno 2017

Festival dell’economia di Trento. Nuovi LEA, vecchi problemi

Lo scorso 2 giugno siamo stati al Festival dell’Economia di Trento, dove abbiamo presentato i dati emersi dal report Curiamo la Corruzione 2017. Con noi erano presenti Altroconsumo, Emergency e Fondazione Gimbe. Qual è la situazione del Sistema Sanitario Nazionale? “Le risorse economiche restano scarse e curarsi rischia di passare da diritto garantito a tutti […]

31 maggio 2017

DUE NUOVE AZIENDE SANITARIE SI UNISCONO AI PILOTI: RAGUSA E CATANIA

Sono sempre di più le strutture sanitarie che si impegnano a curare la corruzione. Si uniscono così agli altri piloti del progetto due aziende sanitarie siciliane: l’ASP di Ragusa e il Policlinico Vittorio Emanuele di Catania. Entrambe, infatti, hanno introdotto una procedura di whistleblowing per la segnalazione di illeciti da parte dei dipendenti, attraverso una […]

6 aprile 2017

In un’azienda sanitaria su quattro almeno un episodio di corruzione nell’ultimo anno

Aumenta la consapevolezza e migliora la capacità di intervento, ma bisogna investire su formazione e ridurre le distanze tra le aree territoriali Gli interventi normativi e gli strumenti di prevenzione e contrasto che sono stati introdotti all’interno delle strutture sanitarie hanno potuto arginare ma non eliminare del tutto la corruzione. Nell’ultimo anno il fenomeno corruttivo […]