Sempre più aziende vogliono partecipare a Curiamo la Corruzione: anche l’ASST di Pavia entra nel progetto pilota

post

L’ASST di Pavia da maggio si è unita al gruppo delle aziende pilota del progetto “Curiamo la corruzione”. Diventano così 13 le strutture sanitarie che attraverso questa iniziativa possono introdurre nuovi strumenti e pratiche anticorruzione per prevenire e contrastare il fenomeno al loro interno.

L’azienda sanitaria pavese inizierà a collaborare sul tema del whistleblowing, adottando la piattaforma Globaleaks offerta dal progetto per ricevere le segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti in modo anonimo e sicuro.

Secondo step sarà la sensibilizzazione del personale, sia sanitario che amministrativo, sui temi della lotta alla corruzione grazie ai materiali di comunicazione proposti dal progetto e da divulgare all’interno della struttura.