Questa parte dell’attività di ricerca consiste nella rilevazione – attraverso una consultazione diretta – della percezione della corruzione da parte dei Responsabili della prevenzione della corruzione delle Strutture sanitarie pubbliche.

Nell’indagine, che si è chiusa il 31 gennaio 2017, sono state coinvolte tutte le Aziende Sanitarie locali, le Aziende Ospedaliere, le Aziende Ospedaliere integrate con il SSN e gli IRCCS pubblici, per un totale di 216 strutture. Alla chiusura dell’indagine le strutture che hanno risposto risultano 136, pari al 63% del totale.

Le materie di indagine sono state rilevate attraverso un questionario composto di 13 domande a risposte chiuse, articolato in 2 sezioni:
A. La corruzione in sanità (percezione sulla situazione in generale e nella Struttura sanitaria di appartenenza, valutazione degli ambiti maggiormente a rischio);
B. Gli strumenti di prevenzione e di contrasto (tipologia strumenti attivati, principali problematiche, misure ritenute più efficaci per la prevenzione e il contrasto).

Sulla base delle risposte fornite è stato inoltre costruito un indice di percezione del rischio di accadimento di fenomeni corruttivi all’interno di ciascuna Struttura sanitaria. A partire dal valore ottenuto, le Strutture sono state distribuite in 4 classi di rischio (basso, medio-basso, medio-alto e alto).

Nella cartina a destra sono evidenziate tutte le strutture sanitarie divise tra quelle che non hanno partecipato e quelle che hanno partecipato all’indagine. Queste ultime, a loro volta sono divise in base alla classe di percezione del rischio in basso, medio-basso, medio-alto e alto.

Percezione sulla situazione e sull’andamento della corruzione nel Settore e nella Struttura sanitaria di appartenenza, valutazione degli ambiti maggiormente a rischio.

1. Sono passati quattro anni dall’approvazione della legge anticorruzione (L.190/2012 cd. “Legge Severino”). A suo giudizio da quel momento sino ad oggi il livello di corruzione in Sanità è:

RisposteNord-OvestNord-EstCentroSud e IsoleTotale
Aumentato0.00.00.09.32.9
Rimasto stabile69.276.550.053.563.2
Diminuito20.517.640.020.922.8
Non so10.35.910.016.311.0
1. Sono passati quattro anni dall’approvazione della legge anticorruzione (L.190/2012 cd. “Legge Severino”). A suo giudizio da quel momento sino ad oggi il li...

2. Nell’ultimo anno ha assistito o è venuto a conoscenza di uno o più episodi di corruzione nella Struttura in cui lavora?

RisposteASLAO/ IRCCSTotale
Sì, e sono stati affrontati in modo appropriato25.019.622.8
Sì, ma non sono stati affrontati in modo appropriato5.00.02.9
No70.080.474.3
2. Nell’ultimo anno ha assistito o è venuto a conoscenza di uno o più episodi di corruzione nella Struttura in cui lavora?

3. A prescindere da quanto già avvenuto, Secondo lei, qual è il livello di rischio che avvenga un fenomeno corruttivo all’interno della sua Struttura?

RisposteASLAO/ IRCCSTotale
Scarso, il rischio che si verifichi un’azione corruttiva è minimo22.539.329.4
Moderato, esiste la possibilità che si verifichi un’azione corruttiva70.057.164.7
Elevato, c’è un alto rischio che si verifichi un’azione corruttiva7.53.65.9
3. A prescindere da quanto già avvenuto, Secondo lei, qual è il livello di rischio che avvenga un fenomeno corruttivo all’interno della sua Struttura?

4. A Suo giudizio, negli ultimi 4 anni il rischio che avvenga un episodio di corruzione nella sua Struttura sanitaria è: 

RisposteValore
Aumentato0.7
Rimasto stabile43.4
Diminuito50.7
Non so5.1
4. A Suo giudizio, negli ultimi 4 anni il rischio che avvenga un episodio di corruzione nella sua Struttura sanitaria è: 

5. Ambiti che gli intervistati ritengono siano maggiormente a rischio di corruzione

Da 1 min. rischio a 9 max rischio. Punteggio medio
AmbitiASLAO/ IRCCSTotale
Procedure di acquisto di beni e servizi6.697.046.83
Fornitura di beni e servizi6.057.106.46
Assunzione del personale5.124.784.98
Liste di attesa5.036.395.56
Nomine dei soggetti apicali4.904.414.71
False certificazioni/richiesta prestazioni non dovute4.653.574.23
Accreditamento di strutture private4.643.414.16
Prescrizioni improprie di farmaci4.134.654.33
Formazione e consulenze3.813.653.75
5. Ambiti che gli intervistati ritengono siano maggiormente a rischio di corruzione

Interventi realizzati dalle Strutture sanitarie per prevenire e combattere la corruzione, efficacia Piano anti corruzione, misure necessarie per contrastare la corruzione, soggetti più attivi nel contrasto.

1. Secondo Lei, il Piano Anticorruzione previsto dalla L.190/2012

RisposteASLAO/ IRCCS Nord-OvestNord-EstCentroSud e IsoleTotale
Costituisce un ostacolo alla diffusione della corruzione47.558.966.744.155.044.252.2
Non impatta sulla diffusione della corruzione in maniera decisiva52.537.533.355.940.053.546.3
Non so0.03.60.00.05.02.31.5
1. Secondo Lei, il Piano Anticorruzione previsto dalla L.190/2012

2. La Sua struttura sanitaria:

MisureSiNoNon so
Ha un Codice di comportamento85.712.81.5
Ha comminato sanzioni per violazione Codice di Comportamento20.572.37.1
Ha un sistema interno di raccolta e segnalazione delle violazioni di norme e comportamenti96.33.70.0
Ha una piattaforma informatica per le segnalazioni44.454.80.7
Ha predisposto un Regolamento per le procedure d’acquisto85.213.31.5
Prevede la rotazione dei dirigenti e dipendenti che sono in posizioni a rischio64.432.63.0
Sottoscrive un Patto di Integrità con le imprese che partecipano ad una gara d’appalto79.413.07.6
Ha redatto il Piano triennale per la trasparenza e l’integrità99.30.70.0
2. La Sua struttura sanitaria:

3. Nell’ultimo anno nella sua Struttura sono stati effettuati percorsi di formazione sui temi dell’etica e della legalità?

RisposteNord-OvestNord-EstCentroSud e IsoleTotale
Sì. per tutti i dipendenti66.750.070.044.255.9
Sì. ma solo per i dipendenti chiamati ad operare negli ambiti a più alto rischio di corruzione30.847.120.034.934.6
No2.62.910.020.99.6
3. Nell’ultimo anno nella sua Struttura sono stati effettuati percorsi di formazione sui temi dell’etica e della legalità?

4. Principali problemi della Sanità nel Suo territorio

Il totale delle percentuali di colonna potrebbe essere diverso da 100 perché erano possibili più risposte
Risposte%
Edifici e macchinari sanitari fatiscenti. in cattive condizioni14.6
Mancanza di informazioni e di trasparenza sulle prestazioni19.2
I servizi sul territorio (medici. assistenza domiciliare integrata. strutture semidiurne ecc.) sono pochi e/o male organizzati30.8
Sprechi, uso inefficiente delle risorse40.0
Mancanza di risorse economiche58.5
Liste d'attesa troppo lunghe61.5
Mancanza di personale67.7
4. Principali problemi della Sanità nel Suo territorio

5. Misure più efficaci per contrastare la corruzione in Sanità

Il totale delle percentuali di colonna potrebbe essere diverso da 100 perché erano possibili più risposte
RisposteNord-OvestNord-EstCentroSud e Isole
Altro13.23.05.39.8
Aumentare la disponibilità di open data sulla spesa sanitaria7.99.15.319.5
Maggiore trasparenza sulle attività delle strutture sanitarie (siti web. accesso civico..)7.915.226.317.1
Sensibilizzazione dei cittadini18.418.231.614.6
Maggiore controllo sul sistema degli accreditamenti delle strutture private13.221.221.126.8
Rotazione degli incarichi nei settori più a rischio31.630.310.524.4
Incentivare le segnalazioni e offrire maggiori tutele a chi segnala le violazioni delle norme e dei comportamenti34.230.315.826.8
Maggiore controllo sulle nomine dei dirigenti pubblici39.527.336.834.1
Controlli più incisivi sulle procedure di appalto31.636.447.439.0
Maggiori controlli sulle spese50.042.436.846.3
Formazione e sensibilizzazione del personale52.663.663.236.6
5. Misure più efficaci per contrastare la corruzione in Sanità

6. Soggetti esterni al Sistema sanitario che ha raggiunto i migliori risultati nell’azione di prevenzione e contrasto della corruzione in Sanità

Risposte%
Giornalisti3.8
Associazioni e cittadini3.1
ANAC50.8
Forze dell’ordine e Magistratura42.3
6. Soggetti esterni al Sistema sanitario che ha raggiunto i migliori risultati nell’azione di prevenzione e contrasto della corruzione in Sanità

Indice sintetico costruito sulla base delle risposte fornite al questionario, in base al quale le strutture sanitarie che hanno partecipato all’indagine sono divise in 4 classi di rischio.

RisposteAslAO/IRCCS Nord-OvestNord-EstCentroSud e IsoleTotale
Rischio basso8.830.420.523.515.011.617.6
Rischio medio-basso4532.14141.24037.239.7
Rischio medio-alto32.521.428.223.53030.227.9
Rischio alto13.816.110.311.81520.914.7
Indice di percezione del rischio di accadimento di fenomeni corruttivi